Crea sito

Home Temporali Tipi di nuvole I cumulonembi Supercelle e multicelle Forum meteofoto

Nubi lenticolari e pileus              

Per parlare di questo tipo di nubi occorre avere un’idea anche molto approssimativa delle onde di gravità in atmosfera. L’aria è normalmente stratificata in modo stabile a tutte le altezze al di sopra della base della nube, il che significa che una porzione d’aria forzata verso l’alto o verso il basso e poi lasciata andare tende a ritornare alla sua collocazione iniziale. Questo fatto non è vero per l’aria che si trova sotto la base di nubi basse quando sta avvenendo la convezione e si formano i cumuli. Non è vero anche nel caso dell’aria all’interno delle nubi dove essa è in ascesa e riceve calore dal processo di condensazione. Al di sopra della base della nube soltanto parte dell’aria è occupata da nubi e queste ultime occupano soltanto meno della metà del cielo. Succede quindi che il più delle volte per la maggioranza dei luoghi vi sono strati stabili e questo comporta che l’aria se viene fatta passare sopra una collina cadrà al livello originario una volta superato l’ostacolo. Il ritorno però non è cosí semplice: la porzione d’aria non ritorna e si ferma al livello originario, ma prosegue nella sua corsa verso il basso ed oscilla alcune volte prima di assestarsi al livello di equilibrio. Queste oscillazioni sono le onde di gravità. In atmosfera l’energia ondulatoria può trasferirsi sia in verticale che in orizzontale. Ogni piccolo “disturbo”, anche l’ascesa di un piccolo cumulo, da luogo alla formazione di onde, e le nubi pileus sono un esempio di ciò. Soltanto una piccola frazione dell’energia rilasciata quando l’aria calda sale va nella formazione di onde. Anche quando un cumulo od un cumulonembo raggiunge un livello stabile durante l’ascesa e produce onde, queste ultime sono rapidamente disperse, non però come anelli piatti su una superficie d’acqua, ma verso l’alto e verso il basso attraverso l’aria circostante e molto presto non se ne conserva traccia. Normalmente l’atmosfera è piena di questi deboli fenomeni ondulatori che non hanno effetto alcuno sulle nubi o sul tempo. Esistono tuttavia alcune situazioni particolari che danno luogo a fenomeni ondulatori spettacolari.